Chiagozie Udeh

Prova in prima persona gli effetti della crisi climatica in Nigeria e partecipa a “UN Environment”.
Udeh

Sta vivendo i primi effetti della crisi climatica nel suo paese, la Nigeria. Dal 2014 è stato coinvolto nell’iniziativa giovanile dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’ambiente (UN Environment) oltre ai suoi studi di giornalismo. Insieme a cinque giovani imprenditori, ha fondato l’organizzazione AfroWatt nel 2015. Afrowatt mira a promuovere lo sviluppo delle energie rinnovabili nelle aree rurali dell’Africa. Nella COP24 a Katowice, durante la Conferenza sul clima delle Nazioni Unite del 2018, Udeh è stato eletto come punto focale globale del collegio dei giovani dell’UNFCCC (Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici).
Quando ha sentito parlare dell’idea di Camilla, è stato subito entusiasta: “È fondamentale utilizzare questa marcia per creare consapevolezza e soprattutto per affrontare il legame tra Europa e Africa: la mobilitazione in Africa sarà fondamentale”.

Non fermeremo le nostre richieste ai politici per soluzioni climatiche realistiche.
Già nel 2009, fu invitata all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a prendere provvedimenti immediati per scongiurare la crisi climatica.
è in partenza per soluzioni globali alla crisi climatica. A piedi. Con il treno. Oltre i mari.